La risposta è sì

Quando un dibattito è “eterno”, nella maggior parte dei casi è perché è stato sempre affrontato con approcci e letture sciocche e superficiali, altrimenti ci saremmo capiti meglio. È il caso della questione della potenziale influenza negativa di certe opere... Continua

Ferrara, nel mezzo

La prima pagina del Foglio di oggi si apre con una riflessione del fondatore ed ex direttore Giuliano Ferrara, che riassumo con parole mie ma poi vi lascio leggere com’è: la sostanza è “oddio, abbiamo fatto i bulli per anni... Continua

Qual è il problema

L’onorevole Micaela Campana ha ragione a protestare per l’eccessivo peso dato a un suo saluto per Salvatore Buzzi – uno dei maggiori accusati nell’inchiesta su “Mafia Capitale” – e a ricordare che la pretesa di capire significati e implicazioni nelle... Continua

Cinque cose sul delirio di questi giorni

Approfittiamo di queste poche ore di tregua nel delirio di retroscenismo e politica di questi giorni, per fare un po’ di ragionamenti laterali ma importanti (e lunghi, vi avviso). Laterali, nel senso che stiamo alla larga dalla questione se l’ipotesi... Continua

A tutti gli uomini di buona volontà

Ho già scritto altre volte di come mi sembra che le discussioni pubbliche su molti temi assai dibattuti siano spesso dirottate da faziosità, equivoci su parole e terminologie, inganni dialettici, indisponibilità alla comprensione e alle idee diverse, pretese di averla... Continua

Un esercito di spaventapasseri

Ho conosciuto Evgeny Morozov a Ferrara un paio di anni fa, quando partecipammo insieme a un dibattito e ci trovammo d’accordo su molti dubbi nei confronti di alcune enfasi ottimiste nei confronti di alcuni aspetti della vita digitale (allora, in particolare,... Continua

Gli elettori del PdL come scudi umani

Una considerazione a margine dell’editoriale del Post, e in risposta all’articolo di ieri di Giuliano Ferrara su cosa dovrebbe fare Bersani: articolo che è interessante perché – tolti tutti i legittimi fastidi personali espressi dall’autore – si riduce a un... Continua

Una tempesta in un tweet

Ho visto che è nata tutta una sbilenca discussione sul famoso tweet della vittoria di Obama e sulla foto che vi era allegata. La storia è che l’altra notte, a risultati sicuri, Obama ha twittato un messaggio celebrativo con allegata... Continua

Sulle condanne per L’Aquila

Leggo già sciocchezze sulle condanne in primo grado della Commissione Grandi Rischi “perché non ha previsto il terremoto”. A conferma dell’insistenza dello “straw man argument” nel dibattito su ogni cosa. Scrive invece su Twitter il sempre accurato Paolo Attivissimo. Sentenza... Continua

Straw man!

Che cos’è lo “straw man argument” ( o “straw man fallacy”)  andrebbe spiegato ogni giorno, quindi mi permetto di farlo di nuovo malgrado qui se ne sia già parlato altre volte: andrebbe spiegato ogni giorno perché gli americani gli hanno... Continua

Sulla “Rosa tricolore” e le scie chimiche

C’è stata una discussione su Twitter oggi con alcuni amici e giornalisti, intorno a un pezzo pubblicato con grande enfasi sul sito dell’Espresso, e che io e altri abbiamo trovato molto criticabile. Nella sintesi del contesto, qualcuno mi ha attribuito... Continua

Abbi dubbi

Mi meraviglia che uno esperto e che ne ha viste tante come Mario Sconcerti snobbi paternalisticamente le critiche di Buffon alle distorsioni del sistema mediatico-giudiziario con il superficiale e diversivo argomento “il problema è un altro”, “il male è il... Continua

Professionisti dell’antirete

Le circostanze mi fanno tornare sul tema di cui avevo scritto venerdì, intorno alla rubrica di Umberto Eco. In questo caso lo stesso fenomeno psicologico è in atto in uno degli editoriali nella pagina dei commenti del Corriere della Sera... Continua

Il terzismo senza i terzisti

Sono sempre stato un difensore del “terzismo” inteso come l’attitudine a giudicare le cose senza una posizione preconcetta e soprattutto senza scegliere in base a quel che dicono le due principali opposte fazioni. Che la parola sia stata tramutata in... Continua

Che noia

Poi va’ a sapere com’è andata e cosa ha detto, ma riferiscono le agenzie che persino uno intelligente come Pietro Ichino avrebbe usato il solito superficiale straw man argument contro la richiesta di rinnovamento delle classi dirigenti italiane. «Il criterio... Continua

Tutti manichei, tranne io

La sterile capricciosità del dibattito politico e giornalistico italiano è riassunta nel confronto di questi giorni sul Corriere tra Beppe Severgnini e Pierluigi Battista. Il primo ha criticato quelli che negano l’influenza della tv nella politica italiana, e il secondo... Continua

L’evoluzione mi fa specie

C’è un libro da poco uscito per Feltrinelli che sta agitando la discussione italiana sul darwinismo. Nel 2010?, direte voi. Già. Il libro si chiama “Gli errori di Darwin” e lo hanno scritto Jerry Fodor e Massimo Piattelli Palmarini. Sintetizzandola... Continua

Straw man Scalfari

Per collezionismo, archivio il salto di qualità nella discussione sull’inganno dialettico noto come “straw man argument“: ieri sulla Stampa Luca Ricolfi ha accusato il fondatore di Repubblica del medesimo trucco Continua

Vabbè, ciao

Da quando Giovanni Fontana mi ha insegnato che uno dei trucchi dialettici più frequenti e sfinenti nelle discussioni pubbliche italiane ha addirittura un nome, in inglese – “straw man fallacy” – appena lo vedo affiorare ci metto un timbro e... Continua

Farsi le obiezioni da soli, e smontarsele

Dei molti imbrogli e infantilismi dialettici che dirottano il 95% dei dibattiti italiani, ce n’è uno particolarmente abusato, particolarmente stupido, e particolarmente colpevole nel negare ogni possibilità di comprensione le cose: è quello per cui si deforma l’obiezione dell’interlocutore e... Continua